Bonus formazione 4.0: nuove agevolazioni per le PMI

10 Maggio 2022
bonus formazione 4.0 più alto per le PMI

Come il Decreto Aiuti aggiorna la normativa del Bonus Formazione 4.0

Il Bonus Formazione 4.0 rappresenta una delle misure più importanti per la formazione dei lavoratori e per la transizione tecnologica delle aziende.

Obiettivo del credito d’imposta formazione 4.0 è proprio quello di favorire gli investimenti degli imprenditori nella digitalizzazione dei workflow interni e nell’aggiornamento delle competenze digitali dei collaboratori.

Il Decreto Aiuti prevede un aggiornamento dell’incentivo, rafforzando la misura soprattutto per le piccole e medie imprese.

In questo articolo trovi una spiegazione dettagliata delle novità previste dal capitolo Transizione 4.0

Bonus Formazione 4.0 più alto per le PMI

Il Bonus Formazione 4.0 è stato introdotto nel 2018, con l’obiettivo di sostenere le spese relative alla formazione dei dipendenti in materia di transizione digitale dei processi d’impresa.

Se attualmente la misura è ancora fruibile, non è stata tuttavia prevista nessuna proroga del finanziamento oltre l’anno 2022.

Per questo motivo, con il Decreto Aiuti vengono innalzate le aliquote del beneficio per Piccole e Medie imprese.

Infatti, il credito d’imposta dovrebbe salire al 70% per le micro e piccole imprese (nel limite annuale massimo di 300.000 euro) e al 50% per le medie imprese (in questo caso, fino ai 250.000 euro annui). Non varia, al contrario, l’incentivo per le grandi imprese, che restano al 30% (sempre con un tetto annuo di 250.000 euro).

All’incremento dell’agevolazione, si accompagna una modifica dei requisiti di accesso.

La formazione, infatti, dovrà essere obbligatoriamente erogata dai soggetti che verranno individuati con Decreto del Ministero dello Sviluppo. Inoltre, l’acquisizione delle competenze dovrà essere certificata secondo le modalità definite dallo stesso Decreto.

Naturalmente, tutti i progetti formativi avviati dopo l’entrata in vigore del Decreto Legge che non rispetteranno i criteri di cui sopra, potranno comunque usufruire del credito d’imposta formazione 4.0.

In questo caso, il beneficio dedicato alle piccole imprese sarà pari al 40%, mentre sarà del 35% per quelle medie.

Bonus formazione 4.0: come funziona?

Facciamo un breve riassunto sul funzionamento di questa agevolazione (eccoti qui un articolo approfondito se vuoi scendere nei dettagli).

L’incentivo viene fruito tramite Credito d’Imposta, quindi in compensazione, nel periodo d’imposta successivo a quello in cui sono state sostenute le spese di formazione dei dipendenti.

La misura è dedicata a tutte le imprese italiane, indipendentemente dalla natura giuridica e dal settore di appartenenza. 

Per consentire l’ottenimento del beneficio, la formazione deve essere focalizzata sui seguenti temi:

  • Big data e analisi dei dati
  • Cloud e fog computing
  • Cybersecurity
  • Simulazione e sistemi cyberfisici
  • Prototipazione rapida
  • Sistemi di visualizzazione
  • Realtà virtuale e realtà aumentata
  • Robotica avanzata e collaborativa
  • Interfaccia uomo macchina
  • Manifattura additiva o stampa tridimensionale
  • Internet delle cose e delle macchine
  • Integrazione digitale dei processi aziendali

Quali sono le spese ammissibili dal Bonus Formazione 4.0?

Abbiamo visto le modifiche che saranno apportate a seguito del Decreto Aiuti.

Ma quali sono le spese che permettono di accedere all’incentivo?

  • Innanzitutto, i costi del personale impegnato nella formazione, sia come partecipante, sia come docente. Fra queste anche le spese generali indirette, come spese amministrative e di locazione, per le ore durante le quali i partecipanti hanno seguito le lezioni.
  • Rientrano nel beneficio i costi di esercizio direttamente connessi alla formazione, quali spese di viaggio, materiali e strumenti. 
  • Sono inclusi, inoltre, i costi dei servizi di consulenza connessi al progetto formativo.

Tutte le spese devono essere dichiarate da un’apposita certificazione da allegare al bilancio, redatta da un Revisore Legale dei conti.

Come usufruire del Credito d’imposta formazione 4.0?

Per accedere al Bonus puoi rivolgerti ad enti accreditati.

Questo ti permette di ottenere una consulenza riguardo le attività incentivabili e un sostegno nella definizione del tuo progetto formativo.

Inoltre, le realtà che offrono questo genere di servizio ti affiancano anche in tutta l’attività di rendicontazione, dal monitoraggio dei registri, fino alla stesura della relazione finale.

Grazie alla collaborazione con esperti del settore, anche CLOM può aiutarti ad ottenere il Credito d’imposta per la formazione 4.0. Scopri il nostro servizio.

Logo CLOM esteso

Il nostro lavoro si può fare in un solo modo:
insieme e con passione.

newsletter

Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Iscriviti alla nostra newsletter!

Potrebbero interessarti:

Corsi di formazione CLOM
Corsi di formazione
Gratuiti e a pagamento; 100% orientati al ricollocamento lavorativo e alla formazione pratica e professionale. Investi sulle tue conoscenze.
Servizi per aziende CLOM
Servizi per le aziende

Consulenza personalizzata, affiancamento nell’inserimento di nuove
risorse e informazioni su finanziamenti per la crescita aziendale.

Servizi per privati CLOM
Servizi per i privati

Attività gratuite di coaching e bilancio delle competenze. Orientamento nella valorizzazione del profilo e delle potenzialità lavorative.

Vuoi saperne di più?