CLOM ha organizzato un webinar gratuito per presentare un’interessante opportunità a tutti gli imprenditori e i consulenti del lavoro: il Bonus Formazione 4.0.

Si tratta di un’agevolazione dedicata a tutti gli imprenditori che intendono coinvolgere la propria organizzazione nella trasformazione tecnologica e digitale, risparmiando sui costi del personale.

SCARICA LE SLIDE DEL WEBINAR

 

Bonus Formazione 4.0: cos’è?

Il Governo, con il Piano nazionale transizione 4.0, ha ideato una specifica misura con l’obiettivo di incentivare l’investimento nella formazione del personale riguardo la digitalizzazione.

Si tratta di un’importante misura nel sostegno alla formazione continua dei lavoratori. È, infatti, possibile per gli imprenditori recuperare una parte dei costi del personale coinvolto nella formazione riguardo le tecnologie abilitanti e rilevanti per la trasformazione digitale dell’azienda.

Come funziona il Bonus Formazione 4.0?

Si tratta di un’agevolazione ideata dal Governo proprio per sostenere gli imprenditori nel processo di trasformazione digitale di processi aziendali. Si rivolge ad aziende di qualsiasi settore e dimensione.

Tramite Credito d’Imposta, infatti, è possibile recuperare fino al 50% dei costi del personale formato. Il Bonus può essere fruito in compensazione mediante F24. Il Credito è ottenibile nel primo periodo d’imposta utile dopo la chiusura dei percorsi formativi.

Quali costi sono recuperabili?

A seconda della dimensione dell’impresa, può essere recuperato dal 30% al 50% del costo orario lordo di ciascun partecipante alla formazione. 

Se il docente impegnato è un dipendente dell’azienda è possibile recuperare anche questo costo alle medesime condizioni.

Che tipo di formazione permette di richiedere il Bonus?

È richiedibile il Credito d’Imposta per tutte le ore formative finalizzate all’acquisizione e al consolidamento di competenze digitali coinvolte nei processi di trasformazione tecnologica aziendale.

Nello specifico, i seguenti argomenti:

  1. Big data e analisi dati;
  2. Cloud;
  3. Cyber security;
  4. Simulazione e sistemi cyber-fisici;
  5. Prototipazione rapida;
  6. Sistemi di visualizzazione, realtà virtuale (RV) e realtà aumentata (RA);
  7. Robotica avanzata e collaborativa;
  8. Interfaccia uomo macchina;
  9. Manifattura additiva (o stampa tridimensionale);
  10. Internet delle cose e delle macchine;
  11. Integrazione digitale dei processi aziendali.

La formazione, inoltre, dev’essere destinata al personale dipendente e riguardare i settori:

  • Vendita e marketing;
  • Informatica;
  • Tecniche e tecnologie di produzione.

Infine, sono accettati percorsi formativi “one to one”, di aula e “FAD”.

 

La digitalizzazione aziendale

Digitalizzazione aziendale: cos’è?

La trasformazione digitale del business, che caratterizza l’epoca odierna, trae vantaggio dalla diffusione sempre più capillare di internet e da una combinazione di tecnologie vecchie e nuove, come ERP gestionali, sistemi di CRM, Cloud, supercomputer per l’analisi di big data e sistemi di intelligenza artificiale.

Spesso, quando si parla di “digitalizzazione” si fa riferimento soltanto alla trasposizione elettronica di documenti cartacei. Niente di più sbagliato, l’evoluzione digitale di un’impresa coinvolge l’intero processo aziendale che subisce una totale trasformazione tecnologica.

Proprio perché si tratta di un cambiamento profondo e radicale, che interessa tutti gli aspetti dell’organizzazione, le soluzioni sono diverse a seconda delle necessità, ma sempre nell’ottica di semplificare i processi. Digitalizzare significa, infatti, abbandonare gli strumenti tradizionali al fine di snellire i flussi di lavoro, anche automatizzando attività e procedure. I tre capisaldi della trasformazione tecnologica sono: velocità, esecuzione ed efficienza. L’obiettivo di un processo di digitalizzazione funzionale, quindi, è sfruttare al massimo le proprie capacità e risorse per ottenere migliori performance.

Un percorso così complesso richiede, innanzitutto, un cambiamento di mentalità, che percepisca le potenzialità offerte dalla tecnologia nello sviluppo di produttività e competitività aziendali. Non solo, molti dei vantaggi dettati da questa trasformazione possono essere sviluppati solo con stili manageriali innovativi e creativi.

Quali sono i benefici della digitalizzazione?

  • Efficienza
  • Qualità
  • Soddisfazione del cliente
  • Riduzione dei rischi
  • Infrastruttura agile
  • Decision making agile

Perché digitalizzare la propria impresa?

Nel mondo moderno si tratta, ormai, di un’operazione inevitabile per le aziende: per restare al passo con un mercato sempre più competitivo, segmentato e caratterizzato da cambiamenti continui, le organizzazioni devono garantire velocità di risposta e alta qualità dei prodotti. I consumatori, infatti, chiedono beni e servizi con standard elevati, ma in tempi brevissimi.

Poter contare su processi agili, snelli ed efficaci permette di rispondere prontamente a queste esigenze, aumentando la soddisfazione dei clienti e agevolando l’espansione del business.

Non solo, lo sviluppo tecnologico è continuo: l’adozione di tecnologie sempre più avanzate rende le aziende competitive e leader nel proprio settore.

 

Vuoi sapere come risparmiare sul personale?

Iscriviti per ricevere aggiornamenti su sgravi fiscali ed incentivi per le aziende!

Contatti

Contattaci