Corsi Milano gratuiti: i migliori per reinventarsi lavorativamente

27 Ottobre 2022
Corsi Milano gratuiti: i migliori per reinventarsi lavorativamente

Come cambiare lavoro con la restartability e i corsi Milano gratuiti

Corsi Milano gratuiti” è una delle ricerche più effettuate dagli utenti su Google nell’ultimo anno. Noi di CLOM ce lo siamo chiesto spesso, come mai?

La risposta è semplice: ritrovarsi senza lavoro in età adulta, purtroppo, non è poi così raro. Indipendentemente dai motivi che ti hanno portato a questa situazione, che tu abbia 30 anni, 40 oppure più di 50 la domanda è sempre la stessa: come reinventarsi e cambiare vita?

Spesso questo cambiamento radicale viene vissuto con timore ed incertezza ed è normale, perché si tratta di una rottura improvvisa di un equilibrio stabile e consolidato.

Per questo tantissime persone cercano, grazie ad internet, delle soluzioni, come la formazione.

Oltre alle strategie concrete da adottare, c’è una dote che deve entrare in campo in questo momento di passaggio: la “restartability”, che altro non è che la capacità di reinventarsi e ripartire da zero. 

Si tratta di una competenza molto importante in un mondo in continua evoluzione come il nostro, dove la flessibilità e la capacità di adattarsi al cambiamento sono diventati requisiti essenziali per restare al passo con il mercato del lavoro. 

Insomma, con la restartability si è in grado di affrontare un nuovo inizio traendone beneficio, con motivazione ed entusiasmo per iniziare un diverso capitolo della propria vita.

In questo articolo ti daremo dei consigli utili per affrontare un cambiamento lavorativo e ti spiegheremo come i corsi di formazione professionale possono aiutarti.

Restartability: gli step per reinventarti nel lavoro

I motivi per cui ti trovi nella condizione di dover cambiare la tua professionalità possono essere diversi: dalla chiusura dell’azienda presso la quale lavoravi, al desiderio di metterti alla prova con una mansione nuova. Tuttavia, quello che non deve mancare è un atteggiamento positivo, che ti aiuti a focalizzarti sul percorso da intraprendere. 

Anche se le prospettive possono sembrarti complicate, reinventarsi dopo aver perso il lavoro non è impossibile, indipendentemente dalla tua età.

E’ fondamentale partire da una valutazione chiara delle abilità e conoscenze già possedute, stabilire i propri punti di forza e di debolezza, individuare la opportunità che meglio si adattano al profilo e alle proprie aspirazioni e pianificare tutti i passaggi da fare per raggiungere gli obiettivi. Tutto questo, insieme, costituisce l’arte del restartability.

Allora, vediamo insieme come fare!

Analizza le tue competenze e la tua condizione professionale

Per affrontare il cambiamento la consapevolezza è fondamentale. 

Hai perso il tuo lavoro e non sai da che parte ripartire: questo è il momento di guardarti allo specchio e far emergere il tuo valore, per far leva su di esso e ricollocarti in tempi brevi.

Perciò, il primo passo è sempre un’analisi della propria carriera. 

Durante questo processo devono essere individuati tutti gli aspetti negativi del proprio lavoro attuale e, al contrario, quello che si desidera dal futuro lavorativo.

Può essere utile porsi delle domande mirate:

  • Gli orari di lavoro che avevi non ti permettevano di conciliare gli impegni professionali e la vita privata?
  • Lo stipendio era soddisfacente?
  • Ti piacerebbe avere la possibilità di organizzarti in modo autonomo?
  • Vorresti fare esperienze all’estero?
  • Hai una passione che vorresti diventasse la tua professione?
  • Sei stanco del settore in cui hai sempre operato?

Il lavoro occupa un posto rilevante nella vita di tutte le persone. Per questo è importante trovare un’occupazione che rispecchi il nostro essere, per poter essere felici

Il secondo passo, quindi, consiste nello stilare una lista delle proprie passioni, competenze e conoscenze.

Queste dovranno essere confrontate con le conoscenze e abilità richieste dalle aziende e che possono fare di te una figura professionale interessante. 

Esistono delle competenze trasferibili, cioè capacità che possono essere applicate a più contesti lavorativi. Tutte le conoscenze e abilità che hai sviluppato nel corso degli anni non devono andare buttate: ad esempio, delle buone conoscenze informatiche sono fra i requisiti più diffusi negli annunci di lavoro. Averle sviluppate nel tuo precedente impiego ti permetterà di arrivare preparato, almeno sotto questo punto di vista, alla gran parte dei colloqui.

Quindi, individua i tuoi punti di forza: ti permetteranno di distinguerti. Siano competenze specifiche oppure personali, fai un elenco che ti chiarisca tutto il valore che puoi apportare alle imprese.

Inoltre, avrai così la possibilità di scegliere i ruoli che richiedono quelle conoscenze e abilità e che rispondono alle tue aspirazioni.

Dovrai fare anche i conti con le criticità, i tasti dolenti della tua preparazione. Conoscere il tuo “tallone d’Achille” ti consentirà di correre ai ripari e tornare in pari prima di candidarti a delle ricerche.

Riparti da te: cosa vuoi ottenere dalla tua vita lavorativa?

Arrivato a questo punto, dovresti avere ben chiaro cosa vuoi ottenere dalla tua vita lavorativa e dovresti essere consapevole delle tue hard skills e soft skills.

Non ti resta che scoprire quali sono le opzioni di carriera.

A grandi linee hai tre opzioni:

  • Scegliere un mestiere per il quale non sono necessarie nuove abilità e conoscenze
  • Scegliere una mansione per la quale dovrai approfondire le tue competenze con della formazione
  • Tentare un cammino professionale completamente nuovo, apprendendo nuove mansioni con un corso di formazione.

La prima strada sembrerebbe la più sicura e la più diretta. Tuttavia, non necessariamente questo risponderà ai tuoi desideri e aspettative. Inoltre, come abbiamo visto, il mondo del lavoro è in continuo sviluppo: difficilmente potrai trovare un nuovo impiego senza investire in un percorso formativo che consolidi e aggiorni le tue capacità.

Detto questo, per capire quali possono essere le opportunità offerte dal mercato del lavoro ad una persona con le tue competenze e aspirazioni, occorre sondare il terreno, ricercando con attenzione fra le offerte di lavoro.

Cerca di capire quali sono i settori più in crescita nella tua zona e quali sono le mansioni richieste che soddisfano i tuoi criteri.

Reinventati con i corsi professionali

Abbiamo visto come reinventarsi professionalmente sia una sfida impegnativa per tutti, a qualsiasi età. Tuttavia, con una buona dose di restartability può diventare un’esperienza stimolante e di crescita. Rivoluzionare la propria vita lavorativa è possibile, seguendo un buon percorso di riqualifica.

Perché i corsi per lavorare sono così importanti?

I corsi formazione sono un fattore determinante nel successo lavorativo, perché sviluppare nuove competenze apre innumerevoli porte e opportunità. 

Se, ad esempio, hai scelto di buttarti in una nuova avventura professionale, magari buttandoti nel progetto che hai sempre sognato, e ti stai chiedendo come cambiare lavoro a 40 anni, avrai bisogno di individuare un percorso formativo adeguato. Infatti, solo seguendo  della formazione lavoro, puoi apprendere tutti i “segreti” del mestiere e fare tuo quel bagaglio di conoscenze indispensabile per trovare impiego. Sono studiati proprio per aiutare le persone che si trovano nella tua stessa situazione. Per questo, si pongono l’obiettivo di trasmettere nozioni concrete e specifiche, che permettono di intraprendere una nuova professionalità, più appagante e affine ai tuoi desideri. Durante i corsi ti confronterai con materie e argomenti più pratici della mansione e potrai toccare con polso le caratteristiche del lavoro che hai scelto, anche come conferma del fatto che la scelta fatta sia la migliore.

Per garantire questa qualità, molto spesso nei corsi Milano gratuiti si utilizzano modalità di insegnamento pratiche, ideali per gli adulti che non studiano da tempo e vogliono formarsi nel minor tempo possibile. Non solo, grazie alla collaborazione con docenti esperti della mansione riescono a infondere motivazione ed entusiasmo.

I corsi gratuiti sono una risorsa anche per chi non vuole cambiare drasticamente la propria carriera, ma restare all’interno del proprio settore. Infatti, per rispondere efficacemente alle richieste del mercato occorre tenere sempre aggiornate le proprie competenze. Il mondo del lavoro si modifica in continuazione e si sviluppa, anche sotto la spinta della digitalizzazione. Pertanto, i lavoratori devono tenere il passo con le nuove tecnologie e i nuovi processi interni, senza considerare gli aggiornamenti periodici che riguardano alcune professionalità.

Per rispondere all’esigenza formativa degli adulti, in Italia esistono tantissimi corsi per disoccupati, di cui la maggior parte sono gratuiti. 

Certo, è importante affidarsi a dei professionisti. 

Perciò, nel momento in cui ti troverai a scegliere un corso gratuito per disoccupati, ci sono alcune cose che dovrai considerare.

Abbiamo detto che la formazione è indispensabile, ma la seconda cosa fondamentale che dovrai verificare è se il percorso è certificato. Con un Attestato potrai dimostrare la tua preparazione e sarà un’ottima leva da utilizzare durante le candidature ed i colloqui. Alcuni corsi regionali gratuiti rilasciano la Certificazione di Competenze relativa ad una delle figure professionali presenti nel Quadro Regionale degli Standard Professionali. Altri, invece, consegnano un Attestato di Partecipazione. Anche questa è una valida soluzione, perché garantisce che tu abbia portato a termine la formazione.

Ecco cos’altro controllare:

  • Il corso deve fornire solide basi teoriche e pratiche. E’ importante che il programma non sia esclusivamente nozionistico oppure laboratoriale: i due aspetti si devono alternare per permetterti di acquisire tanto le conoscenze, quanto le abilità.
  • Ne abbiamo già parlato, i corsi professionali devono essere accessibili, cioè le lezioni devono essere chiare, facilmente comprensibili. Inoltre, dovrebbero essere intensivi, svolgendosi in breve periodo.
  • I corsi devono garantire una formazione mirata ad una specifica professione, perché devono insegnare un mestiere.
  • Gli sbocchi lavorativi al termine del percorso dovrebbero essere diversi e sicuri.
  • Sono da preferire i corsi di formazione gratuiti erogati da enti specializzati, che possono aiutare i partecipanti nella successiva ricerca di lavoro.

Dopo il corso gratuito aggiorna il curriculum

Ora che hai identificato i tuoi obiettivi di carriera e hai seguito un corso di formazione è arrivato il momento di aggiornare il tuo curriculum.

Eccoti qualche consiglio per farlo al meglio:

  • Dai valore a tutto quello che ti caratterizza: inserisci nel cv tutte le informazioni che potrebbero attirare l’attenzione dei recruiter.
  • Dai spazio alle esperienze che hai maturato, quanto alle tue caratteristiche personali che ti rendono un’ottima scelta per l’organizzazione
  • Inserisci le informazioni in ordine cronologico, dalla più recente alla più datata. Il curriculum dev’essere completo, ma con una coerenza.
  • Per il motivo di sopra, è consigliabile creare diverse versioni a seconda della posizione e dell’azienda per la quale ci si candida. Non solo, adatta la presentazione alle richieste specifiche presenti nell’annuncio.
  • Non esagerare: elimina le informazioni troppo datate oppure slegate dal tuo profilo professionale.
  • Utilizza una struttura pulita, semplice e che sia facilmente leggibile.

Corsi Milano gratuiti: le principali proposte

Se abiti nel capoluogo oppure nella zona, ti starai chiedendo quali possibilità formative hai a disposizione.

Noi di CLOM abbiamo creato un catalogo di corsi gratuiti per disoccupati che risponde a diverse esigenze professionali.

Abbiamo studiato i principali settori del territorio e ideato percorsi formativi in linea con le richieste dello stesso mercato del lavoro.

Insomma, ne abbiamo davvero per tutti i gusti!

Nella nostra proposta troverai corsi più creativi, che potrebbero permetterti di trasformare una tua passione in lavoro:

  • Corsi di pasticceria
  • Corsi di ricamo
  • Corsi di cucina
  • Corsi per make up artist

Abbiamo anche percorsi più amministrativi e di carattere impiegatizio, come:

  • Corsi di paghe e contributi
  • Corsi di contabilità

Non mancano neppure i più “classici”, come i corsi per magazziniere e addetto sala e bar.

Se vuoi sapere quale può far al caso tuo, non esitare a contattarci!

Logo CLOM esteso

Il nostro lavoro si può fare in un solo modo:
insieme e con passione.

newsletter

Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Iscriviti alla nostra newsletter!

Potrebbero interessarti:

Corsi di formazione CLOM
Corsi di formazione
Gratuiti e a pagamento; 100% orientati al ricollocamento lavorativo e alla formazione pratica e professionale. Investi sulle tue conoscenze.
Servizi per aziende CLOM
Servizi per le aziende

Consulenza personalizzata, affiancamento nell’inserimento di nuove
risorse e informazioni su finanziamenti per la crescita aziendale.

Servizi per privati CLOM
Servizi per i privati

Attività gratuite di coaching e bilancio delle competenze. Orientamento nella valorizzazione del profilo e delle potenzialità lavorative.

Vuoi saperne di più?