Diventare make up artist a 40 anni: ecco come realizzare il tuo sogno

18 Ottobre 2022
Come diventare make up artist a 40 anni

Una guida completa, step by step,  per diventare make up artist a 40 anni

E’ possibile diventare make up artist a 40 anni senza avere esperienze precedenti?

Chi ha chiuso a lungo il proprio sogno in un cassetto ce lo chiede spesso. 

La buona notizia è che è possibile realizzare i propri obiettivi professionali a qualsiasi età, non occorre altro che qualche accorgimento e tanta buona volontà.

Lo diciamo a tutti i nostri clienti: non è mai troppo tardi per cambiare la propria vita e la propria carriera!

Temi di essere troppo avanti con l’età e credi non sia possibile? Non preoccuparti, sei nel posto giusto.

In questo articolo ti spiegheremo, step by step, come fare per diventare truccatore professionista e scoprirai informazioni interessanti, come quanto guadagna un make up artist e quali requisiti dovresti avere per intraprendere la professione.

Ma, allora, come si fa a diventare make up artist a 40 anni?

Eccoci al punto: hai superato i 30 anni e pensi sia finalmente arrivato il momento di rendere i tuoi sogni lavorativi realtà. Forse hai perso il tuo vecchio impiego oppure non ne puoi più del ruolo che hai sempre ricoperto. Fatto sta che vorresti cambiare completamente rotta, ma al tempo stesso ti chiedi se ci riuscirai. 

La risposta è: assolutamente sì ed ora ti spiegheremo perché.

La situazione del trucco professionale in Italia si è evoluta nel corso degli ultimi anni. Se nel decennio del ‘90 gli aspiranti makeup artist si contavano sulle dita di una mano, ora la competizione è sempre più alta. 

La maggior parte delle persone che vuole diventare MUA inizia con il truccare amici e parenti. Purtroppo, questa gavetta da sola non è sufficiente. Per questo motivo, per completare il proprio percorso e avere maggiori possibilità e sicurezze, la soluzione ideale è iscriversi ai corsi professionali make up artist

Vale la pena rimettersi a studiare per imparare questa professione?

Nel momento in cui valuti i pro e i contro di questa scelta, tieni conto del fatto che non solo la professione di truccatore non sta risentendo della crisi, ma probabilmente ce ne sarà una crescente richiesta con il passare del tempo. 

Questo perché gli sbocchi lavorativi sono tanti: si passa dalla tv e dal teatro, alle case di moda. Ma sempre più spesso le prestazioni del MUA vengono richieste dai privati in occasioni speciali: parliamo, per esempio, di trucco cerimonia.

In Italia non esiste uno specifico inquadramento fiscale e normativo per la figura del truccatore professionista, di conseguenza non esiste un titolo di studio riconosciuto.

Questo potrebbe portarti a pensare che un corso makeup artist sia superfluo. Tuttavia, è bene non giungere a conclusioni affrettate.

Che tu abbia 20, 30 oppure 40 anni, la prima cosa da fare, prima di intraprendere una professione, è acquisire delle competenze di base, tramite dei percorsi professionali. Solo un corso per truccatori professionisti, unito alla passione e allo studio possono permetterti di arrivare dove desideri. Durante il periodo formativo dovrai concentrarti sul cercare di apprendere quante più conoscenze e abilità possibili. 

Infine, proprio a causa della forte concorrenza di cui abbiamo parlato inizialmente, il fatto di non essere in possesso di un Attestato potrebbe costituire uno svantaggio nel momento della ricerca di lavoro. Una Certificazione rilasciata da un Ente Formativo ti aprirà più possibilità, proprio perché sarà una garanzia della tua preparazione.

Diventare Makeup artist: i requisiti che servono

Abbiamo visto come sia possibile diventare truccatori professionisti anche se non si ha esperienza e un percorso formativo e lavorativo completamente diverso.

E’, però, bene che tu sappia che ci sono alcuni requisiti necessari per poter svolgere con successo questa mansione. Infatti, non tutti sono adatti a questo ruolo! Ci sono delle caratteristiche e delle competenze che devi avere e la passione per il truccarsi da sola non basta.

Vediamole insieme:

  • Pazienza: dovresti allenare questa caratteristica per due motivi. Il primo è che, come in tutti i lavori, soprattutto in ambito artistico, dovrai impegnarti ed esercitarti molto, prima di riuscire ad ottenere i risultati che speri. In secondo luogo, ricorda che lavorerai a stretto contatto con le persone: dovrai imparare ad essere paziente con le loro richieste e necessità.
  • Precisione: questa è una dote indispensabile. Dovrai avere cura per i dettagli, concentrazione e mano ferma. Le sfumature e i particolari, per esempio del trucco occhi, richiedono tantissima attenzione.
  • Capacità di adattamento: certamente durante la formazione dovrai fare tue tutte le tecniche, per essere in grado di realizzare qualsiasi tipo di trucco, da quello artistico al trucco sposa. Ma dovrai anche essere flessibile rispetto al contesto, al cliente che hai davanti e alle sue richieste.
  • Creatività: la chiave per diventare un make up artist di successo. Il make up è una vera e propria arte, che non può prescindere da una buona dose di fantasia e coraggio di osare.Non solo, la creatività ti permetterà di trovare la tua “firma”, uno stile che ti caratterizzi e ti rappresenti.
  • Comunicazione: non solo dovrai saper parlare in modo empatico e chiaro con i tuoi clienti, ma dovrai anche imparare a promuoverti, sia dal vivo che attraverso i social. Per questo delle buone doti comunicative sono essenziali.
  • Organizzazione: il make up richiede organizzazione e gestione, dei tempi e dei passaggi da compiere. Non solo, se svolgerai la professione come free lance dovrai anche essere in grado di gestire i vari impegni.

Le competenze professionali che devi apprendere

Fino ad ora abbiamo parlato delle competenze personali che un truccatore professionista dovrebbe avere. Passiamo, ora, a quelle tecniche e professionali.

Infatti, alcuni potrebbero pensare che in un corso make up si impari solo come realizzare un buon trucco. Al contrario, le materie fra cui un aspirante MUA deve destreggiarsi sono molte di più.

  • Dermatologia: per imparare a riconoscere i tipi di pelle e sapere quali prodotti utilizzare
  • Cosmetologia: per leggere correttamente le etichette
  • Teoria del colore e Armocromia: per scegliere i colori adatti per il trucco viso di ciascuna persona 
  • Anatomia e morfologia: per dare risalto oppure nascondere caratteristiche e lineamenti

Negli anni, i corsi make up artist si sono diffusi capillarmente su tutto il territorio.

Cosa distingue un percorso dall’altro?

Innanzitutto, il fatto che siano trattati i temi di cui abbiamo parlato sopra, per fornire una conoscenza a tutto tondo del beauty e del trucco.

In secondo luogo, quello che rende un corso valido è la presenza di tante ore di pratica, fondamentali per conseguire gli obiettivi formativi. L’esperienza permette di prendere dimestichezza con gli strumenti e con le tecniche, ma anche di allenare la fantasia. Inoltre, consente di mettersi alla prova con diversi tipi di viso, sempre con il supporto attento di un docente esperto.

Insomma, per ottenere tutte le competenze di cui abbiamo parlato, scegli un corso che ti garantisca diverse esercitazioni, rispetto a più tipi di trucco.

Tutto quello che un MUA non può non avere

Oltre che conoscenze e abilità, un truccatore professionista deve padroneggiare gli “attrezzi del mestiere”. 

Durante il corso di formazione dovranno essere utilizzati strumenti professionali, perché determinano il rendimento del trucco stesso.

Ecco cosa non dovrebbe mai mancare in un kit da make up artist:

  • Correttori
  • Basi e primer, per gli occhi e per il viso
  • Terre, blush, illuminanti e fondotinta
  • Matite e mascara
  • Ombretti di tutti i colori
  • Rossetti e lucidalabbra
  • Creme, per occhi e idratanti
  • Soluzioni micellari e salviette struccanti
  • Pennelli trucco di ogni grandezza

Quanto guadagna un Make Up Artist?

Eccoci arrivati a parlare di quanto guadagna un truccatore.

Premettiamo con il dire che un MUA può lavorare in diversi ambiti, a seconda della specializzazione verso la quale desidera indirizzarsi.

Alcuni esempi fra gli sbocchi lavorativi più diffusi sono:

  • Backstage di cinema e tv
  • Shooting e set fotografici
  • Sfilate e case di moda
  • Backstage teatrali
  • Make up store, sia generalisti che di un solo brand
  • Cerimonie (come i matrimoni)
  • Content creator sulle piattaforme social

Ma quindi, si guadagna truccando?

Inizialmente, un MUA senza esperienza avrà meno incarichi e, di conseguenza, uno stipendio minore, che potrebbe aggirarsi attorno agli 800 euro al mese. Ma non ti abbattere! Con l’aumentare dell’esperienza e degli ingaggi il tuo stipendio potrà salire tra i 1.500 euro e i 3.000 euro al mese, a seconda del ruolo che svolgerai.

Come free lance, invece, sarai tu a definire il prezzo di ciascuna seduta. Ti sarà utile sapere che, solitamente, i costi vanno dai 30 ai 400 euro a seduta, sia in base all’esperienza che del trattamento richiesto.

Cosa fare, ora, se hai deciso di diventare make up artist a 40 anni?

Ti abbiamo parlato dell’importanza di un buon corso di formazione.

Se abiti a Milano potresti trovare interessante il nostro corso make up artist dedicato alle persone disoccupate con più di 30 anni.

Proprio così, abbiamo scelto di dedicare un percorso formativo a chi, come te, ha deciso di reinventarsi!

Il programma prevede ben 100 ore di formazione e tutte si svolgono presso un laboratorio professionale nel centro di Milano. Forniamo a tutti i corsisti un kit di base, garantendo la qualità dei prodotti utilizzati. 

L’iscrizione è gratuita per i disoccupati nella fascia d’età fra i 30 e i 65 anni d’età, grazie al finanziamento del programma G.O.L

Logo CLOM esteso

Il nostro lavoro si può fare in un solo modo:
insieme e con passione.

newsletter

Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Iscriviti alla nostra newsletter!

Potrebbero interessarti:

Corsi di formazione CLOM
Corsi di formazione
Gratuiti e a pagamento; 100% orientati al ricollocamento lavorativo e alla formazione pratica e professionale. Investi sulle tue conoscenze.
Servizi per aziende CLOM
Servizi per le aziende

Consulenza personalizzata, affiancamento nell’inserimento di nuove
risorse e informazioni su finanziamenti per la crescita aziendale.

Servizi per privati CLOM
Servizi per i privati

Attività gratuite di coaching e bilancio delle competenze. Orientamento nella valorizzazione del profilo e delle potenzialità lavorative.

Vuoi saperne di più?