Come diventare consulente d’immagine con i corsi di formazione

28 Luglio 2022
Come diventare consulente d'immagine con i corsi di formazione

Il consulente d’immagine deve avere una solida preparazione: ecco perché

Lo abbiamo sentire dire tantissime volte: “fai quello che ami e non lavorerai un solo giorno della tua vita”. 

E se la tua passione riguarda il mondo del beauty, la scelta professionale è davvero ampia: estetista, parrucchiere, make up artist, personal shopper… 

Tuttavia, c’è un lavoro che ti permette di aiutare le persone a curare la sfera della bellezza personale a tutto tondo: il consulente d’immagine. Naturalmente questa professione non ingloba le altre, ma fa sì che ti possa occupare, nel piccolo, di tutti gli aspetti coinvolti dalla definizione di uno stile.

Quella del consulente di immagine è una figura professionale che risale alla prima metà del ‘900, quando era molto diffusa negli Stati Uniti e in particolare ad Hollywood. 

In Italia, al contrario, il mestiere si è diffuso solo recentemente.

Con la spinta della crescita del mondo dei social media, la professione ha acquistato sempre maggiore notorietà, diventando una delle più richieste dal mercato del lavoro.

Ma, quindi, chi è e cosa fa il consulente immagine?

In questo articolo troverai risposte a tutte le tue domande sulla consulenza di immagine e tante informazioni utili su come intraprendere questo percorso e diventare un consulente di successo.

Cosa fa il consulente immagine?

In poche parole, il consulente di stile è un esperto di bellezza, colori e equilibri, che si occupa di migliorare l’immagine delle persone.

Nello specifico, il suo compito è indirizzare il cliente verso un percorso di valorizzazione dell’aspetto, migliorando il look in base alle forme del corpo, scegliendo stili in linea con le esigenze quotidiane e toni che si addicono all’incarnato e ai colori di occhi e capelli. Insomma, deve esaltare i punti di forza e camuffare quelli di debolezza.

Inoltre, fornisce ai clienti indicazioni, consigli e strumenti per poter continuare a curare l’immagine e comunicare il messaggio che desiderano in autonomia.

Spesso viene confuso con il Personal Shopper, tuttavia si tratta di professioni diverse.

Nella consulenza di immagine, infatti, non vengono soltanto individuate le migliori combinazioni di abiti, gli accessori per gli abbinamenti e il giusto make up. Questo consulente deve anche comprendere l’obiettivo comunicativo e di stile del cliente e aiutarlo a trasmetterlo nel modo più efficace, anche con la comunicazione verbale e non verbale.

Insomma, deve supportare le persone nella ricerca di uno stile che le rappresenti e che permetta loro di esprimersi pienamente. Naturalmente, questo avviene anche attraverso una scelta mirata dei capi, cosmetici e prodotti di beauty routine

Nella pratica, il lavoro del consulente immagine si concretizza in alcune attività specifiche:

  • Analisi della personalità, dell’aspetto fisico e del look dei clienti. In questa fase devono anche essere individuate incongruenze e criticità fra gli obiettivi e il contesto in cui le persone si trovano.
  • Ricerca dello stile più adatto a rappresentare il cliente, tenendo conto delle sue preferenze e dell’analisi fatta prima.
  • Definizione di una strategia a 360 gradi, che trasformi l’immagine in tutti i suoi aspetti, in linea con le ultime tendenze di moda, la fisicità e i colori della persona.

Cos’è l’armocromia?

Abbiamo visto che fra le competenze del consulente di immagine rientra la capacità di proporre una palette di colori, per il guardaroba e il make up, in linea con le combinazioni di occhi, capelli e pelle del cliente.

Per questo motivo, questi professionisti al giorno d’oggi devono essere anche esperti di armocromia e avere una solida conoscenza del mondo dei colori.

Ma cosa intendiamo quando parliamo di “armocromia”?

Si tratta, in termini semplici e letterali, di un’analisi dei colori. 

Nello specifico, quando parliamo di armocromia facciamo riferimento ad una disciplina che studia gli abbinamenti cromatici fra i colori del volto di una persona e le tonalità in grado di esaltarli. Nella pratica, questa materia analizza il mix fra occhi, capelli, tono e sottotono della pelle per individuare le palette che valorizzino le caratteristiche personali.

Ci avrai sicuramente fatto caso anche tu: i colori di alcuni capi ti stanno meglio di altri, alcuni rossetti illuminano il volto mentre altri lo spengono.

Per questi motivi, la palette armocromia scelta dovrà essere riproposta nel vestiario quanto nella scelta dei trucchi.

Dove lavora il consulente di stile?

Solitamente lavora come libero professionista, a cui persone e aziende si rivolgono per comunicare una nuova immagine.

Molto spesso, chi si rivolge ad un consulente di stile ha due obiettivi: aumentare la propria autostima, con capi e accessori che ne valorizzino la figura, e trovare uno stile efficace, sia nella vita professionale che in quella personale.

Per le aziende e le agenzie di pubbliche relazioni, invece, questo professionista si occupa di consigliare come comunicare in modo efficace e di curare la brand identity.

Come diventare consulente d’immagine con i corsi di formazione

Per intraprendere la carriera di consulente di immagine non è richiesto un titolo di studio. Tuttavia, per svolgere il lavoro con successo occorre avere una solida preparazione, che puoi ottenere solo con un corso di formazione che ti trasmetta indispensabili conoscenze sul mondo della moda, del make up e del marketing.

Ci sono delle doti innate che, senza dubbio, possono esserti utili: intuito, sensibilità cromatica, senso delle proporzioni. Ma, da sole, non bastano: devono essere affinate con lo studio e con la tecnica.

E’, quindi, fondamentale seguire dei corsi per consulente d’immagine che preparino su alcuni temi chiave:

  • Storia della moda
  • Etichetta e dress code
  • Analisi dei colori
  • Forme antropometriche
  • Make-up
  • Marketing

Oggi sono diversi gli enti e le scuole che offrono percorsi di image consulting per inserirsi nel mondo della moda con questa professione.

Se ti stai chiedendo come scegliere un corso per consulente d’immagine, eccoti alcuni consigli per individuare il migliore.

Innanzitutto presta attenzione agli argomenti trattati, che devono contenere quelli che abbiamo elencato prima.

Inoltre, informati sulla qualità dei docenti, preferendo corsi tenuti da chi effettivamente svolge questa professione: il modo migliore per imparare un mestiere è impararlo da chi lo fa veramente e con successo.

Infine, individua un percorso di studi che rilasci un attestato riconosciuto, che ti darà un aiuto concreto nell’iniziare la tua attività professionale.

Logo CLOM esteso

Il nostro lavoro si può fare in un solo modo:
insieme e con passione.

newsletter

Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Iscriviti alla nostra newsletter!

Potrebbero interessarti:

Corsi di formazione CLOM
Corsi di formazione
Gratuiti e a pagamento; 100% orientati al ricollocamento lavorativo e alla formazione pratica e professionale. Investi sulle tue conoscenze.
Servizi per aziende CLOM
Servizi per le aziende

Consulenza personalizzata, affiancamento nell’inserimento di nuove
risorse e informazioni su finanziamenti per la crescita aziendale.

Servizi per privati CLOM
Servizi per i privati

Attività gratuite di coaching e bilancio delle competenze. Orientamento nella valorizzazione del profilo e delle potenzialità lavorative.

Vuoi saperne di più?