GOL Garanzia Occupabilità Lavoratori: cos’è e come funziona

17 Novembre 2022
GOL Garanzia Occupabilità Lavoratori: cos'è e come funziona

Scopri a chi è destinato e cosa prevede GOL Garanzia Occupabilità Lavoratori

Hai mai sentito parlare di GOL Garanzia Occupabilità Lavoratori?

Si tratta di un programma nazionale, finanziato dall’Unione Europea nell’ambito del PNRR, che viene attuato dalle Regioni e dalle Province Autonome, sulla base di specifici piani regionali.

Il suo obiettivo è potenziare e riqualificare i servizi di politica attiva del lavoro in Italia. In altre parole, ha lo scopo di rilanciare l’occupazione e combattere la disoccupazione su tutto il territorio. Per farlo, prevede lo sviluppo strategico di un’offerta integrata di servizi di consulenza e formazione professionale, in funzione dei bisogni degli utenti che fruiscono del piano e lungo l’arco di tutta la loro vita lavorativa. 

Nel concreto, le persone in condizioni di difficoltà nell’accesso al mercato del lavoro avranno a disposizione un’offerta di servizi di orientamento professionale, accompagnamento all’inserimento e reinserimento lavorativo, qualifica e riqualifica delle competenze. 

In questo articolo vedrai come funziona GOL, quali sono i suoi obiettivi, quali categorie di lavoratori coinvolge e quali sono le misure e le azioni messe in campo.

Cos’è il programma GOL

Abbiamo visto in breve come il programma Garanzia sia un insieme di strumenti studiati per promuovere l’occupazione, migliorando l’occupabilità dei cittadini coinvolti

Rientra in un progetto più ampio di riforme che si impegnano a potenziare l’intero sistema dei centri per l’impiego e dei servizi al lavoro. Tale riforma avviene digitalizzando una parte dei processi e dei servizi, e integrandoli, dove necessario, con la rete dei servizi sociali e socio-sanitari.

GOL durerà fino al 2025, coincidendo con l’orizzonte temporale del PNRR.

In Lombardia il piano si inserisce all’interno del modello di politiche attive presente da anni. Garanzia Occupabilità Lavoratori conferma e sostiene il funzionamento dei servizi già esistenti, che hanno come caratteristiche la personalizzazione e l’orientamento al risultato occupazionale. Sarà, infatti, possibile accedere a pacchetti di orientamento e accompagnamento al lavoro di un numero di ore tale da sostenere e guidare gli utenti. Sono, inoltre, previsti corsi gratuiti per disoccupati progettati sulle richieste del mercato del lavoro lombardo, quindi orientati ai settori trainanti dell’economia e alle mansioni più richieste dalle aziende.

Inoltre, Garanzia Occupabilità Lavoratori rafforzerà a valorizzerà ulteriormente la rete di collaborazione fra enti pubblici e enti privati accreditati, aprendo le porte ad attori del terzo settore e amministrazioni locali. Il fine ultimo è garantire ai cittadini una presenza capillare su tutto il territorio regionale.

Quali sono gli obiettivi di GOL Garanzia Occupabilità Lavoratori

In generale, come scritto, la finalità di GOL è agevolare l’occupazione in Italia.

Tuttavia, il programma si è dato dei singoli obiettivi da raggiungere, proprio per garantire una migliore offerta alle persone che faticano a ricollocarsi. 

Vediamo insieme quali:

  • Garantire un’offerta uniforme di servizi su tutto il territorio nazionale. E’, infatti, centrale all’interno del programma la definizione di un livello essenziale di prestazione che dev’essere assicurato da ciascun ente eroghi i servizi.
  • Estendere e digitalizzare l’accesso: investendo nella transizione digitale di alcuni processi e nella creazione di nuovi sportelli fisici.
  • Integrare le politiche attive regionali: molti territori hanno già attivi servizi di orientamento lavoro per i medesimi destinatari di GOL. Si lavorerà in sinergia con le Regioni per unire i vari canali ed evitare inefficienze e sovrapposizioni.
  • Integrare la formazione professionale: anche in questo caso, Garanzia Occupabilità lavoratori punta ad uniformare e unire le proposte di politiche attive riguardo la formazione. Non solo, come abbiamo scritto GOL punta ad includere nella stessa strategia personale tanto i servizi di accompagnamento al lavoro, quanto i percorsi formativi, proprio perché entrambi sostengono gli utenti nel loro fabbisogni di riqualifica.
  • Ampliare la tipologia di servizi: per andare incontro ai diversi bisogni delle persone, il programma prevede di inserire nuove offerte, relative, per esempio, alle attività dei servizi sociali e sanitari per chi ha fragilità.
  • Favorire la cooperazione tra pubblico e privati: il piano prevede la collaborazione di diversi attori, come servizi pubblici, agenzie per il lavoro, soggetti accreditati per la formazione e i servizi al lavoro e operatori economici locali proprio per aumentare le chanches di occupabilità degli utenti presi in carico.
  • Personalizzare gli interventi: come vedrai più avanti nell’articolo, i destinatari di GOL sono persone molto diverse fra loro, per età, competenze professionali, fragilità e opportunità occupazionali. Per questo motivo, i piani di servizi devono poter essere completamente personalizzabili, per rispondere al meglio alle esigenze di ognuno.
  • Innovare e sperimentare: GOL promuove l’attuazione di progetti innovativi e sperimentali, per rispondere ai nuovi fabbisogni di competenze, che emergono con l’evoluzione del mercato del lavoro. In questo senso, dovranno essere sviluppate forme di analisi dei sistemi locali, per intercettare le nuove richieste delle imprese, la nascita delle nuove professionalità e lo sviluppo dei settori. Il tutto finalizzato a fornire agli utenti gli strumenti per meglio adeguarsi al cambiamento del mondo del lavoro.
  • Ottenere risultati: sembra ovvio, ma tutte le offerte personalizzate devono essere fortemente orientate a lavorare sull’occupabilità degli utenti in carico. Questo significa che ‘tutti i servizi devono essere studiati ed erogati con una precisa focalizzazione al risultato occupazionale.

Chi sono i destinatari di GOL?

Abbiamo parlato degli obiettivi generali e specifici che Garanzia di Occupabilità Lavoratori si pone. Ma chi sono le persone che possono accedervi?

Si tratta di tutti quei lavoratori che faticano a trovare un nuovo impiego e rientrare nel mercato del lavoro.

In questa prima fase, in Lombardia, GOL si rivolge alle persone dai 30 fino a 65 anni, residenti oppure domiciliate in Lombardia, in una di queste situazioni:

  • Beneficiari di ammortizzatori sociali in assenza di rapporto di lavoro, come, ad esempio, Naspi e DisColl
  • Percettori di Reddito di Cittadinanza
  • Disoccupati di lunga durata senza sostegno al reddito: quindi persone senza occupazione da almeno 6 mesi
  • Disoccupati con almeno 55 anni d’età
  • Donne disoccupate, indipendentemente dalla loro condizione di fragilità
  • Persone disoccupate in carico al sistema dei servizi sociali o sociosanitari e inseriti in progetti di inclusione sociale
  • Working Poor: lavoratori con redditi molto bassi, inferiori alla soglia dell’incapienza, come da disciplina fiscale.
  • Lavoratori con disabilità, iscritti alle liste del collocamento mirato

GOL Garanzia Occupabilità Lavoratori: in cosa consiste?

Come può GOL, nel concreto, aiutare i cittadini nel trovare lavoro?

Abbiamo visto che il programma comprende un’ampia offerta di servizi integrati, garantiti dalla collaborazione tra enti pubblici e privati.

Questi servizi si suddividono in cinque percorsi, declinati in modo differente a seconda delle categorie di persone alle quali si rivolgono. I percorsi hanno elementi trasversali, ma la durata dei singoli pacchetti di attività varia a seconda delle esigenze degli utenti.

Questa personalizzazione si basa su un’analisi delle opportunità della singola persona di ricollocarsi in tempi più o meno brevi.

Le attività proposte riguardano l’accompagnamento al lavoro, l’aggiornamento e la riqualificazione professionale, la cooperazione con servizi territoriali. 

Gli utenti vengono indirizzati verso il percorso più adeguato per la loro situazione sulla base di un’attenta valutazione mirata, chiamata assessment.

Vediamo quali sono questi percorsi:

  • Reinserimento lavorativo: destinato alle persone più vicine al mercato del lavoro, quindi con maggiori chances di occupazione. Prevede servizi di orientamento e intermediazione per l’accompagnamento al lavoro.
  • Aggiornamento (upskilling): dedicato ai lavoratori con competenze spendibili nella ricerca di lavoro, ma lontani dal mercato del lavoro da più tempo. Prevede interventi formativi di breve durata e dal contenuto professionalizzante.
  • Riqualificazione (reskilling): per lavoratrici e lavoratori ormai lontani dal mercato del lavoro e con competenze non più adeguate ai fabbisogni richiesti dalle aziende. Le attività contenute riguardano una formazione professionalizzante più approfondita.
  • Lavoro e inclusione: nei casi di bisogni più complessi, che vanno oltre la dimensione lavorativa, ai servizi di prima si accompagna l’attivazione della rete dei servizi territoriali come già avviene per il Reddito di cittadinanza.
  • Ricollocazione collettiva: valutazione delle chanches occupazionali di lavoratori coinvolti in una specifica situazione di crisi aziendale. 

Quali sono i servizi di Garanzia Occupabilità Lavoratori?

Come abbiamo detto, alcune attività sono comuni a più percorsi.

Eccoti qui una breve carrellata di alcuni servizi a cui puoi accedere.

  • Accompagnamento al lavoro: consulenza finalizzata alla ricerca di un impiego. Prevede supporto, anche motivazionale, allo sviluppo di competenze per la riqualifica professionale (anche chiamato coaching), scouting delle possibilità occupazionali, supporto nella revisione del curriculum e preparazione alla conduzione di colloqui
  • Orientamento specialistico:si basa su un’analisi delle esperienze di vita e lavoro dell’utente. Prevede un bilancio di competenze e la definizione di un progetto personale e professionale, con l’obiettivo di individuare traguardi in linea con le possibilità del lavoratore.
  • Corsi di formazione professionalizzante  

Come si accede?

Eccoci arrivati a rispondere alla domanda più concreta: “come faccio a partecipare a GOL?”

Per prima cosa, per poter fruire dei servizi lavoro e dei corsi di formazione professionale previsti dal piano, i lavoratori con i requisiti di cui abbiamo parlato in precedenza devono aver rilasciato la DID, cioè la Dichiarazione di Immediata Disponibilità al Lavoro. Questa procedura, che ha lo scopo di indicare lo stato di disoccupazione di una persona, può essere svolta presso il proprio Centro per l’Impiego di riferimento oppure online, in autonomia accedendo ai siti istituzionali tramite Spid.

Completato questo passaggio, occorre rivolgersi ad un ente pubblico oppure privato accreditato per i servizi al lavoro e alla formazione. Questi possono aiutare le persone interessate ad aderire a Garanzia Occupabilità Lavoratori e diventeranno responsabili dell’assessment e della presa in carico dei singoli utenti.

Si procede, quindi, con la fase di assessment che consiste in un questionario le cui domande permettono di definire il fabbisogno di formazione professionale e orientamento al lavoro dell’utente. Alla luce delle risposte è possibile inserire il lavoratore in uno dei percorsi di cui abbiamo parlato.

Definito il piano di intervento personalizzato, la persona potrà iniziare a fruire dei servizi previsti.

Se desideri conoscere meglio questa opportunità, puoi contattarci per approfondire il nostro catalogo formativo e scoprire i servizi che mettiamo in campo.

Logo CLOM esteso

Il nostro lavoro si può fare in un solo modo:
insieme e con passione.

newsletter

Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Iscriviti alla nostra newsletter!

Potrebbero interessarti:

Corsi di formazione CLOM
Corsi di formazione
Gratuiti e a pagamento; 100% orientati al ricollocamento lavorativo e alla formazione pratica e professionale. Investi sulle tue conoscenze.
Servizi per aziende CLOM
Servizi per le aziende

Consulenza personalizzata, affiancamento nell’inserimento di nuove
risorse e informazioni su finanziamenti per la crescita aziendale.

Servizi per privati CLOM
Servizi per i privati

Attività gratuite di coaching e bilancio delle competenze. Orientamento nella valorizzazione del profilo e delle potenzialità lavorative.

Vuoi saperne di più?